Salta al contenuto

Tigray, Human Rights Watch chiede all’Etiopia di indagare sul “crimine di guerra”

Human Rights Watch giovedì ha esortato l’Etiopia a sondare un attacco aereo su una scuola nella regione del Tigray dilaniata dalla guerra che ha ucciso decine di persone come un “apparente crimine di guerra”.

L’organismo di controllo dei diritti ha affermato che tre bombe sono state sganciate il 7 gennaio su una scuola che ospitava sfollati tigriani nella città di Dedebit “uccidendo almeno 57 civili e ferendone più di 42 altri”.

“Il governo etiope dovrebbe svolgere un’indagine tempestiva, approfondita e imparziale sull’apparente crimine di guerra e perseguire adeguatamente i responsabili”, ha affermato HRW in una nota.

Tigray, Human Rights Watch chiede all'Etiopia di indagare sul "crimine di guerra"
Tigray, Human Rights Watch chiede all’Etiopia di indagare sul “crimine di guerra”

C’erano principalmente anziani, donne e bambini che dormivano in tende di plastica lì, ha detto, aggiungendo che non c’erano prove di obiettivi militari nel sito.

Il conflitto nel nord dell’Etiopia è iniziato nel novembre 2020 quando il primo ministro Abiy Ahmed ha inviato truppe per disarmare e trattenere la leadership dissidente della regione.

Sulla base dei detriti recuperati dai sopravvissuti e dagli operatori umanitari e l’entità dei danni e delle ferite causati, HRW ha affermato che probabilmente il responsabile era un tipo di bomba guidata MAM-L consegnata da un drone di fabbricazione turca e altri velivoli leggeri.

“L’uso di bombe guidate senza prove di alcun obiettivo militare indica che si trattava di un apparente crimine di guerra”, ha affermato Laetitia Bader, direttore del Corno d’Africa per HRW.

“L’orribile attacco aereo su una scuola piena di sfollati riflette una più ampia mancanza da parte del governo etiope di garantire il rispetto delle leggi di guerra e ridurre al minimo i danni ai civili”, ha affermato Bader. “Questo attacco illegale dovrebbe ricordare ai governi che vendono armi alle parti in guerra che anche loro possono essere considerati complici di prevedibili crimini di guerra”.

A marzo, il capo delle Nazioni Unite per i diritti umani Michelle Bachelet ha riferito che almeno 304 civili sono stati uccisi e 373 feriti tra la fine di novembre e la fine di febbraio in bombardamenti aerei apparentemente effettuati dall’esercito etiope.

 Posizioni del sito dell'impatto e danni associati all'edificio scolastico, alle tende e alle strutture all'interno del cortile della scuola elementare di Dedebeit. Immagine satellitare: 14 gennaio 2022 © 2022 Planet Labs Inc. Analisi e grafica © 2022 Human Rights Watch. Fotografie (sito di impatto 1 e 2): © 2022 Privato. Fotografia (sito di impatto 3): screenshot dal video report © 2022 Tigrai Tv
Posizioni del sito dell’impatto e danni associati all’edificio scolastico, alle tende e alle strutture all’interno del cortile della scuola elementare di Dedebeit. Immagine satellitare: 14 gennaio 2022 © 2022 Planet Labs Inc. Analisi e grafica © 2022 Human Rights Watch. Fotografie (sito di impatto 1 e 2): © 2022 Privato. Fotografia (sito di impatto 3): screenshot dal video report © 2022 Tigrai Tv

FONTI:

NOTA: Alle 5.00 am circa il link che rimandava alla pagina del report risultava indicizzato su Google News: anche ora la pagina è accessibile, ma con un messaggio di “You are not authorized to access this page.”

UPDATE 2:39 pm : il report è tornato online

Lascia un commento