Salta al contenuto

Etiopia, i legislatori in Oromia chiedono di rifare l’accordo di pace come per il Tigray

I membri del parlamento etiope eletti dalla regione di Oromia hanno dichiarato di aver presentato una lettera composta da dieci punti al primo ministro Abiy Ahmed e agli alti dirigenti del parlamento chiedendo una pace duratura nella regione di Oromia.

Circa 80 parlamentari si sono riuniti e hanno discusso delle situazioni di sicurezza nella regione di Oromia il 5 dicembre della scorsa settimana, prima di redigere la lettera che sollecita il governo, tra le altre cose, a concludere un accordo di pace con l’Esercito di liberazione di Oromo (OLA), un gruppo ribelle che opera nella regione, allo stesso modo delle forze tigrine, ha detto un deputato al servizio Afaan Oromoo della BBC .

“Gli Oromo hanno sofferto per mancanza di pace. Le uccisioni e gli sfollamenti sono continuati. Le difficili situazioni che il popolo Oromo sta affrontando persistono da tempo e non sembrano avere fine”, ha detto il deputato Buzayehu Degefa, aggiungendo che “la pace che è stata fatta nel Tigray deve essere replicata in Oromia, e il popolo dovrebbe poter vivere in pace”.

“Ieri il Tigray era senza pace, e ora c’è pace in qualche modo. Questo deve accadere qui [in Oromia]. Che si tratti di gruppi armati o non armati, i negoziati devono aver luogo con tutti coloro che hanno interessi in questo”, ha aggiunto.

Ha detto che la situazione della sicurezza dei Wollo Oromo che vivono nella regione di Amhara, i problemi di demarcazione dei confini, la questione dell’insegnamento di Afaan Oromoo ad Addis Abeba, tra le altre cose, sono stati inclusi nella lettera firmata dai parlamentari.

Secondo Buzayehu, una conferenza stampa successiva alla loro discussione e all’emissione della lettera è stata annullata dopo che si sono tenuti incontri consultivi con alti dirigenti del parlamento, incluso il portavoce Tagesse Chafo, che ha assicurato loro che “ci sono direttive promettenti per il futuro e che la pace deve prevalere”.

Un funzionario delle pubbliche relazioni del parlamento, tuttavia, ha detto ad Addis Standard di non essere a conoscenza di alcun tipo di discussione ufficiale tenuta dai parlamentari sulla situazione della sicurezza in Oromia e della lettera che hanno presentato all’oratore.

Il governo etiope ha raggiunto un accordo di pace con le forze del Tigray il 2 novembre a Pretoria, in Sud Africa, ponendo fine a una sanguinosa guerra durata due anni nella parte settentrionale del paese. Da allora sono aumentate le richieste al governo di risolvere pacificamente anche il conflitto in Oromia in modo simile.

In una dichiarazione rilasciata la scorsa settimana in seguito alle ultime uccisioni di civili a East Wollega , Oromia, l’opposizione, Oromo Federalist Congress (OFC), ha dichiarato:

“il patto di pace che ignora il problema dell’ Oromia non tratta allo stesso modo i cittadini del paese” mentre ha esortato la comunità internazionale a “esercitare la necessaria pressione politica” sul governo per risolvere le controversie politiche nel Paese attraverso il dialogo politico e mezzi pacifici.


FONTE: https://addisstandard.com/news-lawmakers-from-oromia-region-request-tigray-peace-deal-redo-between-govt-ola-armed-group/

Lascia un commento