Salta al contenuto

Obiettivo di 3 Gruppi di Opposizione? Rimozione di Isaias Afwerki

Fonti di “Araby Post” rivelano la fusione di 3 entità politiche di opposizione eritree. Obiettivo: rimuovere Isaias Afwerki

(nell’attesa di nuovi aggiornamenti che smentiscano o confemrmino le dichiarazioni, condivido questa notizia, secondo me degna di nota)

Fonti informate dell’opposizione eritrea hanno rivelato, sabato 14 agosto 2021, che “ci sono 3 entità politiche dell’opposizione in procinto di annunciare ufficialmente la fusione in un’unica entità durante una conferenza stampa che sarà organizzata nei prossimi giorni, dopo aver avviato dialoghi approfonditi al riguardo che sono proseguiti per più di un anno, fino a raggiungere un’intesa e un accordo su questo passaggio.

Isaias Afwerki - opposizione politica contro il premier

Le fonti, che si sono rifiutate di rivelare la propria identità, hanno spiegato in una dichiarazione speciale ad “Arabi Post” che le tre entità a cui si fa riferimento sono: il Fronte di liberazione eritreo, il Fronte di salvezza nazionale eritreo e l’Eritrean Democratic Homeland Party (Hadi).

Mentre le fonti hanno definito “importante” questo passaggio, affermando che:

“Avrà le sue conseguenze nel prossimo periodo, soprattutto a livello dell’unione di tutte le forze di opposizione eritree, per lavorare sulla via della salvezza da questa tirannia , regime fascista, corrotto e oppressivo che ha oppresso il nostro popolo per quasi 28 anni.” hanno detto.

Continuano:

“Queste tre organizzazioni sono riuscite recentemente a raggiungere una formula di coordinamento e di intesa comune che ha portato al passo di una graduale e completa unità, che potrebbe essere annunciato durante la settimana in corso o al più tardi la prossima”, osservando che “l’atmosfera che ha prevalso durante le discussioni che hanno avuto luogo per molti mesi, sono state caratterizzate da chiarezza, apertura e franchezza.”

Mentre la fonti hanno sottolineato che saranno inviati a molti media locali e internazionali per partecipare a questa conferenza, “alla quale parteciperanno anche le forze eritree per il cambiamento, in una manifestazione politica e mediatica che rappresenta una finestra di speranza verso il cambiamento auspicato”

Hanno concluso la loro dichiarazione, affermando che l’annuncio di questo:

“accordo globale che abbiamo raggiunto è un dono politico che presentiamo al nostro popolo eritreo” che non vede l’ora di salvarsi da quello che hanno descritto come “l’incubo della dittatura”.

È interessante notare che Isaias Afwerki è il primo e attuale presidente dell’Eritrea dalla separazione dall’Etiopia il 24 maggio 1993, e da quel giorno, e per più di un quarto di secolo, non si sono tenute elezioni parlamentari o presidenziali nel paese che è ancora governato da un governo provvisorio.

Mentre Afwerki ha perseguito molte critiche internazionali sui diritti umani negli ultimi anni; Organizzazioni e organismi internazionali lo hanno accusato di aver chiuso tutti i media indipendenti e di aver trasformato l’Eritrea in un paese pieno di arresti arbitrari, torture, sparizioni forzate e omicidi.

Afwerki ha anche sospeso la costituzione dal 1997 ad oggi, senza che il Paese abbia assistito ad alcun pluralismo partigiano durante il suo mandato.

Diversamente, le autorità eritree impediscono ai cittadini di età inferiore ai sessant’anni di viaggiare fuori dal Paese, ad eccezione di coloro che pagano una tassa annuale del 2% del loro reddito totale


FONTE: https://arabicpost.net/%d8%a3%d8%ae%d8%a8%d8%a7%d8%b1/2021/08/14/%d9%85%d8%b5%d8%a7%d8%af%d8%b1-%d8%a7%d9%86%d8%af%d9%85%d8%a7%d8%ac-3-%d9%83%d9%8a%d8%a7%d9%86%d8%a7%d8%aa-%d9%85%d8%b9%d8%a7%d8%b1%d8%b6%d8%a9-%d8%a5%d8%b1%d9%8a%d8%aa%d8%b1%d9%8a%d8%a9-%d8%ae%d9%84/

Lascia un commento