Salta al contenuto

L’ #Amhara Conquista il Territorio Conteso Durante la Guerra del #Tigray

Il conflitto in Tigray in Etiopia viene utilizzato per risolvere una disputa territoriale di lunga data tra due dei suoi stati settentrionali.

Le forze della regione di Amhara hanno preso il controllo di diverse aree del Tigray dopo aver sostenuto le truppe federali che hanno organizzato un’incursione nel territorio del vicino, ha detto Gizachew Muluneh, portavoce del governo di Amhara. I combattimenti sono continuati in Tigray da quando il primo ministro Abiy Ahmed ha ordinato all’esercito di reagire dopo che le forze fedeli al partito al governo del Tigray hanno attaccato un campo militare a novembre.

La terra “è stata presa con la forza e ora è stata restituita con la forza (agli Amhara ndr)”, ha detto Gizachew. “Sebbene non fosse il nostro obiettivo originale, è successo per impostazione predefinita.”

Gli Amhara, uno dei due maggiori gruppi etnici dell’Etiopia, sostengono che il territorio conteso ricada sotto la loro giurisdizione. Sono stati costretti a rinunciare all’autorità nel 1991 dopo che un’alleanza guidata dal TPLF – Tigray Peoples Liberation Front ha preso il controllo del paese e lo ha riconfigurato in nove stati semi-autonomi. L’anno scorso è stato istituito un decimo stato.

Secondo Gizachew, l’amministrazione di Abiy ha approvato la reincorporazione dei territori contesi, compresi i distretti di Welkait, Tegede, Humera, Telemte e Raya, in Amhara. Si attende ora una sentenza dalla Camera della Federazione per legalizzare il processo, e nel frattempo Amhara amministrerà le aree, ha detto.

Occupazione del territorio

Le chiamate al presidente della Camera della Federazione, Adan Farah, sono rimaste senza risposta. Redwan Hussein, portavoce della task force governativa, e Billene Seyoum, portavoce di Abiy, hanno rifiutato di commentare.

Abraha Desta, un membro dell’amministrazione ad interim del Tigray nominato da Abiy dopo l’incursione, si è opposto a una rideterminazione dei confini. In un post su Facebook, ha invitato il governo “a fermare le atrocità commesse dalle forze speciali di Amhara che hanno approfittato del vuoto di sicurezza” per “invadere e occupare con la forza la nostra terra”.

Decine di migliaia di persone hanno lasciato il territorio conteso. Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha detto al Congresso la scorsa settimana che sono stati sfollati con la forza in una campagna che equivaleva a pulizia etnica – un’accusa che il governo dell’Etiopia ha respinto come “spuria”.


Un tweet recente di Kjetil Tronvoll ipotizza che il coinvolgimento degli USA come paese portatore di pace ed “esportatore di democrazia”… sarebbe vano. Questa situazione territoriale potrebbe allungare i tempi di crisi e nel contempo creare ulteriori conflitti e crisi etniche.


Le agenzie umanitarie che lavorano nella regione hanno confermato che gli autobus dei Tigrini sono stati rimossi con la forza da parti del Tigray occidentale, molti sono stati uccisi e case, aziende e fattorie sono state saccheggiate e distrutte.

L’ambasciatore dell’Etiopia in Kenya, Meles Alem, ha detto ai giornalisti martedì che l’assistenza umanitaria è stata fornita nella maggior parte del Tigray. Ha anche respinto un rapporto di Medici Senza Frontiere secondo cui la maggior parte delle strutture sanitarie della regione non funzionava normalmente.

– Con l’assistenza di David Herbling
(Aggiornamenti con commento del diplomatico etiope nel paragrafo finale)


FONTE: https://www.bloomberg.com/news/articles/2021-03-16/ethiopia-s-amhara-seize-disputed-territory-amid-tigray-conflict

 

Lascia un commento