Salta al contenuto

L’Esercito Eritreo ha lasciato le città del Tigray?

Sono passati due mesi da quando è stato firmato un accordo di cessate il fuoco permanente tra le forze del Tigray e il governo federale per portare la pace.

In seguito, i servizi sociali come telefono, internet, trasporto aereo e banche sono stati ripristinati in alcune aree a causa della guerra di due anni e dell’embargo del governo centrale sul Tigray.

Le persone, che sono state private della loro regolare vita sociale, nutrono grandi speranze di mantenere la soglia della pace e di guadagnarsi da vivere.

“La gente, quando è arrivata la pace, l’ha accettata completamente dentro. Ora, non vuole sentire altro che pace. Non conosco altro che la pace”, ha detto un residente alla BBC.

La guerra di due anni nel Tigray, che si dice abbia provocato milioni di sfollati e ucciso centinaia di migliaia, si è interrotta dopo che a novembre è stato raggiunto un accordo di pace a Pretoria

L’accordo prevede, tra l’altro, che le forze non difensive degli Stati vicini e le forze straniere debbano ritirarsi dalla regione. L’esercito eritreo ha combattuto a fianco delle forze di difesa federali contro le forze del Tigray dall’inizio della guerra.

Sebbene il governo eritreo non abbia annunciato ufficialmente il ritiro, alcuni residenti hanno affermato che alla fine di dicembre (30 dicembre 2022) le truppe eritree si sono ritirate dalle città di Shire Endaslas e Aksum.

All’epoca, Reuters aveva chiesto al ministro dell’Informazione Yemane Gebremeskel informazioni sul ritiro delle truppe eritree, ma si era rifiutato di commentare le attività dell’esercito.

Tuttavia, testimoni oculari e operatori umanitari hanno riferito alla BBC che un gran numero di soldati eritrei si trova ancora nelle regioni nord-occidentali e centrali.

“Li troviamo con le loro uniformi militari e armi”

La città di Shire Endaslasse, capitale della regione del Tigray nordoccidentale, è una delle città del Tigray sotto il controllo delle forze federali.

La città è sotto il posto di comando e nessun movimento è consentito in città dopo le 12:00 ora locale.

Un residente della città, che non vuole essere nominato, ha detto di non essere sicuro che le truppe eritree si stessero ritirando completamente quando le ha viste muoversi la scorsa settimana.

Ha detto: “Li troviamo con le loro uniformi e armature militari. Alcuni stanno trovando le loro famiglie e stanno parlando con loro; Si uniscono anche al residente nel ristorante, mangiano e se ne vanno. “Ancora oggi li ho trovati a comprare mango al mercato; Amano particolarmente i mango. Continuano a comprare coperte e altro”, ha detto.

Attualmente, secondo fonti della zona, vi è personale della polizia federale incaricato di mantenere la situazione di sicurezza in città.


Approfondimento:

L’Esercito Eritreo Se Ne Andrà Mai dal Tigray e dall’Etiopia? Chi può garantire che si sia ritirato?


I rapporti secondo cui “le truppe eritree si stanno ritirando dalle città del Tigray” sono stati diffusi un giorno dopo l’arrivo degli ambasciatori africani ed europei che dovrebbero monitorare l’accordo di cessate il fuoco.

A seguito di questi movimenti speciali, l’esercito è stato visto muoversi verso Adiyabo o ad est di Shire, e alcuni carri armati pesanti sono stati visti attraversare la città, secondo testimoni oculari con cui abbiamo parlato.

Ma ora, membri dell’esercito federale ed eritreo sono ancora nella zona, ha detto alla BBC un residente che lavora per un’agenzia umanitaria.

A Shire “ci sono truppe eritree da Adi Hano fuori città a Sheraro; Li troverai anche per strada; Costruirono tende e baracche; Ci sono polizie federali nelle città e nelle amministrazioni distrettuali della regione. Ma fuori dalle città c’è l’esercito eritreo”, ha detto il commentatore.

“C’è un esercito eritreo che sta tornando a East Shire in modo che tu non concluda che se ne sia andato. Sembra uscire; Ma dove sta andando non si sa. A Shire comprano vari prodotti: aglio bianco, zuppa, succo… Anche il commerciante vende e si diverte perché non ha altra rendita; Quindi quando vengono, parla e fa la spesa. Insomma, le persone… … Ed è quello che stanno incontrando per quello scopo”, descrive i movimenti che ha osservato.
Inoltre, i soldati sono stati visti mangiare, bere tè e divertirsi con i civili in ristoranti, caffè e altri luoghi pubblici.

Un altro residente ha detto: “Penso che stiano cambiando posto, non se ne vadano del tutto; Ad esempio quelli di Adiyabo vanno da Andrea, quelli di Shire da Sheraro… ” dice.

“Come possiamo parlare se non escono”

Un residente di Aksum, che ha scelto di chiamarsi Tessema, ha detto che un gran numero di personale dell’esercito eritreo è stato visto in giro per la città.

Tessema ha detto che avevano lasciato la città prima, ma sono tornati in città nei giorni scorsi.

“Si sono radunati in gran numero nell’area aeroportuale di Aksum (6 chilometri fuori città). Ho sentito dire che ci sono ingressi fino ad Adwa. E in città compreranno cose”, ha detto.

Un individuo che si è recato ad Aksum da Shire due giorni fa per lavoro ha dichiarato di aver notato la presenza dell’esercito eritreo ad Aksum nei giorni scorsi.

“Ci sono forze federali ed eritree sulla strada da Shire ad Aksum. Ma non mi aspettavo alcun movimento ad Aksum; C’è soprattutto esercito eritreo; Ci sono anche molte truppe intorno ad Adwa”, ha detto.

Ad Aksum non è consentito alcun movimento dopo le 12:00 (ora etiope) ed è sorvegliato da personale di sicurezza in uniforme della polizia federale, secondo i residenti.

Ma dicono di non sentirsi completamente al sicuro a causa del gran numero di truppe in vari luoghi.

“Non puoi lavorare come preferisci; Vedi un esercito entro 100 metri. Ma poiché non c’è alternativa, la persona è costretta ad andare in giro in cerca di cibo”, ha detto un commentatore.

Nell’area di Adwa sarebbero presenti anche membri dell’esercito eritreo. “Sono ancora lì”, ci ha detto per telefono. “Non posso parlare a lungo perché sono ancora lì; Come possiamo parlare se non escono? Ciao”.

Il coinvolgimento delle forze eritree nella guerra del Tigray a sostegno dell’esercito etiope ha suscitato una forte opposizione da parte dei paesi occidentali, in particolare degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti hanno imposto sanzioni all’esercito eritreo e al suo massimo comandante, il generale Philip Woldeyohannes, al suo capo della sicurezza, il generale di brigata Abrha Kassa, e alle imprese del TPLF in relazione alla guerra del Tigray.

L’esercito eritreo, coinvolto nella guerra durata due anni, è accusato di aver commesso gravi violazioni dei diritti umani e di aver distrutto infrastrutture. Il governo eritreo, tuttavia, nega le accuse.

“Sono coinvolti nei servizi di trasporto”

I servizi di trasporto all’interno e all’esterno della regione sono stati sospesi a causa dell’interruzione dei servizi sociali, della carenza di carburante e di problemi di sicurezza.

Ma negli ultimi due mesi dalla fine dei combattimenti, veicoli militari sono stati visti coinvolti nel trasporto di civili, secondo i residenti che hanno parlato con la BBC.

I residenti hanno affermato che i camion e gli autobus dell’esercito etiope e le forze Amhara erano coinvolti nel trasporto di civili da Shire ad Adwa, Aksum e Sheraro.

“Lo Shaabia [esercito eritreo] faceva pagare più di 300 birr per il trasporto da Shire ad Adi Daero, Adi Hagerai, Sheraro e Adi Nebri Id. Questi veicoli, con targa eritrea, si chiamano Betah”, ha detto uno dei commentatori.

Ciò è continuato fino ai giorni scorsi, quando le truppe federali ed eritree sono entrate in Shire il 14 ottobre 2022, ha detto un operatore umanitario che non ha voluto essere nominato.

“All’inizio, innegabilmente, i veicoli dell’esercito federale avevano iniziato a fornire trasporto gratuito agli sfollati che volevano tornare a casa; Gli sfollati venivano restituiti a Sheraro, Adi Hagerai, Adi Nebri Id e Lower Adiyabo. Ma intanto si è trasformato in un business”.

Ci sono anche broker tigrini qui, ha detto, aggiungendo che la comunità è stata costretta a utilizzare questo servizio come alternativa a causa di problemi di trasporto.

“La loro targa è ben visibile; Le loro uniformi sono quelle dell’esercito eritreo. E poiché sono stati con noi [il popolo], è facile distinguerli; Anche l’esercito è di stanza qui in Shire. Di tanto in tanto vedrai il civile unirsi a loro mentre l’esercito viene trasportato dai bajaji [taxi] ; Mescolati insieme; Lo diamo per scontato”, ha detto.

“La persona vuole anche andare in altre zone per vendere e guadagnarsi da vivere. Ed è tutto pagato. Ad esempio, da Shire a Sheraro, costa 400 birr, Adi Hagerai 300, Adi Nebri Id e Adi Daero 100 – 150 birr”, ha detto.

Attualmente ci sono trasporti pubblici da Shire a Sheraro, ha detto un residente di Shire che ha preferito essere chiamato Maasho.

“Prima, il cibo veniva portato da Selekela ad Adi Daero e in altri luoghi su un carro; Il trasporto allo Sheraton è ora iniziato. C’è chi non ha iniziato perché non aveva l’assicurazione. Prima di allora, però, i soldati eritrei caricavano e prendevano persone. Allora, hanno addebitato 500 birr per quello che sarebbe andato a Sheraro per 70 birr “, ha detto.

La BBC ha rifiutato di nominare i residenti su richiesta di anonimato per paura della loro sicurezza.


FONTE: https://www.bbc.com/tigrinya/articles/cq5221x1rwdo

Lascia un commento